Chi Siamo

Lo staff degli educatori:

Manuel Grandegger
Manuel Messner
Stephanie Antonini
  • Manuel Grandegger
    Direttore e educatore - nell’Antonianum dal 2014


Già presto mi stavo chiedendo quale lavoro volessi fare. Mi chiedevo quale lavoro mi piacesse fare fino alla fine della mia vita. E l’ho trovato. L’educazione è un lavoro molto impegnativo, variato, ma anche difficile. Non sai mai cosa ti aspetta. Già da 10 anni lavoro in questo settore, ho lavorato come animatore nella colonia, coordinavo per tanti anni un gruppo di un’attività estiva ed ero in alcuni convitti in Alto Adige.

  • Manuel Messner

Educatore, vice direttore - nell’Antonianum dal 2014

Già da anni mi affascina il lavoro con i ragazzi. Nei diversi corsi, attività estive e altre ho già lavorato assieme con bambini e ragazzi di diverse età. Mi piace molto il lavoro con ragazzi delle scuole superiori. Cerco, assieme con lo staff degli educatori, di formare il convitto e di far vedere la via giusta ai ragazzi.


Stephanie Antonini

Educatrice - nell’Antonianum dal 2014

Vorrei presentarmi: il mio nome è Stephanie Antonini. Io vengo da Bressanone e ho studiato scienze delle educazioni a Innsbruck. Durante lo studio potevo lavorare nelle diverse strutture e potevo raccogliere diverse esperienze.
Da settembre 2014 lavoro come educatrice nell’Antonianum. Mi fa piacere lavorare con ragazzi e mi piace il mio lavoro. Mi esalta il fatto di poter accompagnare bambini, ragazzi e genitori in un pezzettino della loro vita.
Spero di passare un bel tempo nell’Antonianum.

Oberrauch Irene
Locher Fabian

Oberrauch Irene

Educatrice nell’Antonianum dal 2015

Mi chiamo Irene Oberrauch. Io vengo da Cornaiano e ho studiato sia psicologia e sia pedagogia a Innsbruck. Nel mio tempo libero ho lavorato volentieri per la Caritas nella colonia a Caorle. Anche per quest’esperienza ho scelto il mestiere dell’educatrice e sono contento di accompagnare gli adolescenti per la loro strada di crescita.

Locher Fabian 

Educatore nell’Antonianum dal 2015

La Storia

foto storica

L‘ “Antonianum” ebbe i suoi inizi come collegio serafico nell’anno 1922 ed era alloggiato provvisoriamente fino al 1931 sia nel convento (all’ultimo piano del clericato di quell’epoca), che nel liceo classico S. Antonio (Franziskanergymnasium). Nel 1931 l’ordine aquistó l’edificio dell’ex “Johanneum”, vicino al “Deutsch Haus – Marianum” in Via Weggenstein.
Dal 1941 al 1943 la casa venne gestita, forzatamente sotto il nome di “Convitto S. Antonio”, a causa della situazione di quell’epoca. Il collegio era aperto a studenti di tutti i cicli scolastici e in quel periodo il convitto era nuovamente alloggiato nel convento. Il 2 dicembre 1943 la casa in Via Weggenstein (in quei tempi chiamata Via Sarentino) fu distrutta durante un bombardamento.

Nel 2014 la gestione è stata affidata per la prima volta ad un laico.
Fino al 2014 il convitto è stato gestito sempre da un padre dell’ordine dei francescani.
Fino al 1990 l’”Antonianum” alloggiava esclusivamente ragazzi. Dal 1990 in poi all’”Antonianum” vengono accettate anche ragazze. Oggi i posti del convitto sono divisi tra lo stesso numero di ragazzi e ragazze.
Dal 1945 al 1949 l’ ”Antonianum” era alloggiato provvisoriamente nell’ “Elisabethinum” in Via Roncolo fino alla ricostruzione della casa. Nel 1947 l’architetto meranese Ing. Arch. R. Zöttl assunse la programmazione per la ricostruzione dall’ex superiore della provincia P. Justus Kalkschmid. Nell’ottobre del 1949 gli studenti potettero rientrare nuovamente nell’”Antonianum”.

Share by: